La storia

Doniselli Formaggi, giunta alla 4° generazione, fu fondata da Dazio Doniselli (1850-1943). Dazio, secondo il nipote Livio, in gioventù esercitò l’attività di pastore, spingendosi sino a Cuneo. Poi lavorò presso la “Mattia Locatelli” e, successivamente, mettendosi in proprio all’epoca della nascita di Vittorio senior, nel 1893. Dazio scendeva in Brianza per acquistare, da piccoli caseifici, la pasta per preparare i formagì. Nel periodo tra le due guerre mondiali il Doniselli entrò in società con altri operatori locali, utilizzando anche la vecchia casera di Eugenio Cademartori, sul versante Nord della Rocca di Baiedo. Il figlio Vittorio, per un certo tempo, lavorò presso il caseificio Cogliati di Casatenovo, poi aprì una propria attività acquistando la pasta dallo stesso Cogliati. Vittorio ebbe 5 figli: Mariuccia, Elide, Livio, Antonio e Renzo. Elide, Livio ed Antonio entrarono presto in azienda.

La guerra segnò un salto di qualità per la Doniselli che acquistò una casera a Rompeda dove come ricorda Livio: “il taleggio veniva come burro”. Qui si stagionavano gli stracchini freschi che, in tempo di guerra, i vari stagionatori erano costretti a ritirare direttamene dai contadini salendo sulle cascine di montagna, sia per non farsi vedere dai concorrenti sia per eludere le leggi annonarie.

Un periodo difficile, il trasporto avveniva a spalla, usando “la bricolla da stracchini”, una creazione dello zio Giovanni Bergamini. Gli stracchini freschi dei contadini, dopo solo tre ore, erano già venduti e dopo tre giorni erano al mercato di Lecco: “Erano giù ad aspettare come uccellini a bocca aperta…”, ricorda sempre Livio, affermando anche che i Selva, I Cademartori e i Buzzoni acquistavano la pasta in Valtorta, in val Taleggio e in alta valle a: Taceno, Narro, Casargo ePremana, mentre i Doniselli utilizzavano una Moto Guzzi dotata di sidecar per trasportare la merce.

Dopo la guerra l’attività tornò alla normalità e i contadini tornarono a consegnare la pasta di “caprino” e gli stracchini freschi agli stagionatori. L’azienda ritornò a lavorare i “caprini” e l’attività si concentrò sulla vecchia casera, annessa all’abitazione, a Pasturo.

Così la casera di Rompeda fu venduta, nel 1955, a Valsecchi, un commerciante di Civate. Nel 1968, due anni dopo il matrimonio del fratello Antonio, Livio si ritirò la ditta di famiglia, andando a lavorare come dipendente all’Al.Va. Livio rammenta che i piccoli caseifici della Brianza scomparvero uno ad uno. Per un certo periodo, Doniselli si rifornì alla “Clab Latte Brianza”, la centrale del latte di Oggiono ma quando questa chiuse, Doniselli tornò alle origini, cosicchè oggi il 100% dei loro formaggini è prodotto da latte Valsassinese.

L’azienda, pur nelle dimensioni del tutto artigianali, è impegnata sul fronte dell’innovazione in sintonia con la continua evoluzione del settore.

 

Attraverso il ciclo della fornitura della pasta e della vendita all’ingrosso dei formaggini, la Doniselli mantiene un intreccio di relazioni tra operatori caseari valsassinesi. La pasta è acquistata da tre produttori agricoli: uno di Pasturo, uno di Mezzacca ed uno di Primaluna e dalla cooperativa valsassinese che a Prato della Chiesa trasforma in parte il latte raccolto. Doniselli vende a vari grossisti della Brianza, a ditte valsassinesi e ad un noto stagionatore.

Consapevole dalle opportunità offerte dalla rivincita della capra e della radicata tradizione valsassinese di lavorazione del latte caprino, Vittorio Doninelli junior sta sperimentando l’avvio di una linea artigianale di “caprini di capra”, riprendendo la grafica degli anni 20, compresa l’etichetta dei “Pasturelli”, già utilizzata ai tempi di Vittorio Senior. Vere e proprie “retroinnovazioni” legate alla valorizzazione di una grande tradizione casearia.

I formaggi

Descrzione 
StrutturaOmogenea
ConsistenzaGessosa
FormaCilindrica
CrostaAssente
ColorePaglierino
GustoTipico saporito
INGREDIENTI
Latte vaccino crudo, Sale, CaglioOrigine del latte: Italia
ConservantiAssenti
AllergeniLatte

Descrzione 
StrutturaOmogenea
ConsistenzaGessosa
FormaCilindrica
CrostaAssente
ColorePaglierino
GustoTipico saporito
INGREDIENTI
latte di capra, fermenti lattici, Sale, Caglio Origine del latte: Paesi UE
ConservantiAssenti
AllergeniLatte

Descrzione 
StrutturaOmogenea
ConsistenzaGessosa
FormaCilindrica
CrostaAssente
ColorePaglierino
GustoTipico saporito
INGREDIENTI
Latte vaccino crudo, Sale, CaglioOrigine del latte: Italia
ConservantiAssenti
AllergeniLatte

Doniselli Formaggi

La Casera di Pasturo

Via Molini, 22 - 23818 Pasturo LC
Tel. 0341 955 101

P.IVA IT 03587820162

Richiesta informazioni

TORNA SU